2011-09 SICILIA E ITALIA DEL SUD

Set
13
2011

132 - 13.09.2011 - Siracusa - Teatro greco

133 - 13.09.2011 - Siracusa - Teatro greco138 - 13.09.2011 - Siracusa - Lorecchio di Dionisio

140 - 13.09.2011 - Siracusa - Museo  Archeologico142 - 13.09.2011 - La Baia del Silenzio

      106 - 11.09.2011 - Ragusa IblaLasciamo Agrigento di prima mattina e, seguendo la SS115 verso sud abbiamo fatto la prima sosta a Licata per poi proseguire fino a Gela e da li, lasciamo la strada statale per prendere quella, più piccola e meno trafficata, che costeggiando il mare ci porta fino a Scoglitti e poi a Capo Scalambri dove ci fermiamo.

Questo è il posto ideale per fare una sosta perché da qui si possono fare escursioni nelle città dell’interno, Ragusa, Modica e Scicli.

Sistemate le nostre cose nel Camping Capo Scalambri prendiamo la Vespa ed andiamo a Ragusa e da li a Ragusa Ibla che è il centro dalla quale si è sviluppata la città moderna, le sue costruzioni in stile tardo barocco creano un’atmosfera particolare, tipicamente siciliana. Passweggiando per Ragusa Ibla e Capo Scalambri ti sembra di vivere in uno dei tanti racconti di Andrea Camilleri.

      Prendendo la strada che porta vereso il mare ci fermiamo a Modica, altra bellezza sicula non a caso dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

Quando arrivi la città ti colpisce, sembra essere un teatro antico incastonato nella roccia, le case sembrano tante pietre che compongono immaginarie scalinate, tutto sembra irreale. Ci fermiamo a cenare in una trattoria tipica il cui proprietario, saputo che siamo arrivati con la Vespa da Trieste, ci dice che anche lui è un vespista e la cena diventa come per magia una rimpatriata, bellissimo!

    Torniamo al campeggio a notte inoltrata, una serata memorabile.

100 - 11.09.2011 - Verso Licata105 - 11.09.2011 - Ragusa Ibla109 - 11.09.2011 - Modica122 - 12.09.2011 - Capo Passero124 - 12.09.2011 - Avola128 - 12.09.2011 - Noto

Pagina 2 di 4